5 buoni motivi per amare Formia

Condividi:

Cinque buoni motivi per amare Formia? Che coincidenza, direte voi: è San Valentino e l’argomento è piuttosto scontato.

Giusta osservazione. Però, -ormai stiamo imparando a conoscerci- siamo tra quelli che Formia la amano tutti i giorni dell’anno. Tra quelli che sono perdutamente innamorati di questo lembo di terra meraviglioso, chiamato Formia.

E allora ci siamo detti: perché non dedicare un pensiero alla città di Formia nel giorno degli innamorati?

Così, abbiamo pensato a cinque buoni motivi per amare Formia.

  1. Posizione.La città di Formia si trova tra Roma e Napoli, protetta dalle montagne e bagnata dal mare. Caratteristiche che la rendono davvero unica, adatta agli amanti delle spiagge e del trekking, allo stesso tempo.

  2. Clima.
    E che dire del clima? A Formia il sole splende per la maggiorparte dei giorni dell’anno. Il freddo, se così si può chiamare, si vede passare davvero raramente. Il clima mite è una delle principali caratteristiche della nostra città.
  3. Cucina.
    La cucina italiana è tra le migliori al mondo, probabilmente parliamo della migliore in assoluto. Se non lo avete mai fatto, venite a Formia a mangiare le specialità di mare, il pesce freschissimo, le ricette della tradizione. Raccontarlo serve a poco, bisogna assaggiare!

4. Archeologia
Se illustri romani scelsero Formia come residenza estiva, un motivo ci sarà. A Formia, ci sono decine e decine di reperti archeologici di assoluto pregio. Alcuni esempi? Il Mausoleo di Cicerone, il Cisternone Romano, il Museo Archeologico Nazionale, la Villa di Mamurra.

tomba di cicerone

tomba di cicerone

5. Parchi e Natura
Formia è conosciuta per le spiagge e per il mare. Per i reperti archeologici, per il clima e per molte altre sue caratteristiche. Spesso però ci dimentichiamo di parlare delle bellezze ambientali della città: Formia ospita parte del Parco Riviera di Ulisse e parte del Parco degli Aurunci. Luoghi incantevoli, in cui passeggiare immersi nella natura.

porticciolo romano

porticciolo romano

Condividi: