villa di mamurra

La Villa di Mamurra si trova a Formia, all’interno dell’area protetta del Parco Riviera d’Ulisse. Prende il nome dal suo proprietario, Lucio Mamurra, potentissimo cavaliere romano e originario di Formia, che fece la sua fortuna al seguito di Gaio Giulio Cesare.

Uomo ricchissimo e di grande prestigio, il Generale Mamurra seguì Cesare in Gallia quale “Prefetto Ingegnere”. Da allora patrimonio e prestigio lievitarono drasticamente. Residenza estiva del Generale, la Villa di Mamurra affacciava sul mare e si estendeva per centinaia di metri.

Una particolarità? Era interamente ricoperta di marmo.

Zona residenziale a parte, sono tanti gli insediamenti degni di nota. A partire dal Tempio di Giano, che è stato abbattuto dai tedeschi durante l’ultimo conflitto mondiale.

Ciò che resta, in particolare la meravigliosa struttura a pianta ottagonale, sta tornando alla luce grazie ai lavori di scavo e restauro.

L'area della Villa di Mamurra
L’area della Villa di Mamurra

Perfettamente visibili invece le Cisterne a servizio della Villa di Mamurra: la Cisterna Maggiore e quella delle Trentasei Colonne.

A pochissimi metri, ben definita, la Grotta della Janara, solco scavato nella roccia per collegare la parte superiore della Villa di Mamurra alle vasche termali, il cui perimetro è oggi ben visibile, ubicate a ridosso del mare.

Il cosiddetto “Porticciolo Romano” era invece una peschiera a servizio della residenza.

La Villa di Mamura è stata “riscoperta” da pochi anni, in particolare per quanto riguarda la parte del Tempio di Giano (struttura meravigliosa a pianta ottagonale).

È possibile visitarla nel suo complesso, tra natura e archeologia. Sarà certamente diverso quando i lavori di scavo e restauro riconsegneranno alla città uno dei siti di interesse culturale più importanti del comprensorio.

Condividi: