Il Cisternone Romano si trova nel centro storico di Castellone, cuore pulsante della città di Formia.

Il Cisternone Romano rappresenta una delle più grandi opere di ingegneria idraulica di epoca romana aperte al pubblico in tutto il territorio nazionale ed internazionale.

Per caratteristiche storiche e visive, il Cisternone di Formia è spesso paragonato alla Cisterna ben più grande di Instanbul, in Turchia.

Le caratteristiche comuni tra le due opere di ingegneria idraulica sono molte, come le differenze: quella di Formia è più antica, ad esempio.Già, perchè il Cisternone Romano di Formia risale al I secolo a.c: una struttura a pianta irregolare divisa in quattro navate con capacità di 7000 mq3.

Quest’opera si rese necessaria quando, all’epoca, lo sviluppo della città richiedeva la presenza di un acquedotto e di un centro di raccolta (la Cisterna, per l’appunto) dell’acqua proveniente dalle colline e successivamente distribuita agli edifici della città.

cisternone romano formia
cisternone romano formia – Foto © Fausto Forcina

Nel corso dei secoli il Cisternone viene impegato in vari modi. I Borboni, ad esempio, continuarono ad utilizzarlo come cisterna, altri come discarica.

Il Cisternone Romano, infatti, è stato riscoperto agli inizi degli anni 2000.Ci vollero ben cinque anni – dopo anni di studio e ricerche – per svuotare il sito da liquami e terra ammassati nel. Oggi però è possibile ammirare quest’opera incredibile in tutto il suo splendore, così come era 2000 anni fa. Eh si, perché la struttura è rimasta perfettamente intatta, tanto da ospitare, durante l’anno, mostre, piccole rappresentazioni musicali, teatrali e artistiche, oltre che migliaia di turisti ogni anno.

 

INFO E GUIDE TURISTICHE SINUS FORMIANUS – NUMERO VERDE 800 141 407

Condividi: