visit formia

Benvenuto su Visit Formia, la guida turistica digitale della Città di Formia. Abbiamo progettato questo spazio per fornirti informazioni e consigli per un soggiorno confortevole  a Formia.

Troverai consigli su dove mangiarecosa visitare e informazioni sui principali eventi che si svolgono in città.

Il sito nasce dall’amore per Formia e dalla convinzione che sia uno dei territori più belli e ricchi d’Italia. I canali ufficiali di Visit Formia sono Instagram e Facebook e ci permettono di condividere quotidianamente consigli, segreti e immagini della città.

A pochi minuti

SCOPRI LE BELLEZZE DELla Riviera di ulisse

Una storia millenaria

Le origini della città di Formia si perdono nella notte dei templi e si confondono tra mito e leggenda. Quella che fu Lestrigonia, antica città dei guerrieri lestrigoni raccontati da Ulisse nel corso del suo lungo viaggio fu solo l’inizio di una storia millenaria che dura fino ad oggi.

Venne la volta degli Aurunci, antico popolo dell’Italia centrale che tanto ha lasciato a questo luogo finché non fu spazzato via dai Romani. Questi ultimi diedero vita alla città di FormiaeDa sempre legata a Roma, Formiae, era meta prediletta degli antichi romani che la resero grande con la costruzione della Via AppiaTra i celebri nomi dei personaggi che frequentavano la città basta citare Vitruvio, Cicerone e Mamurra.

Alla caduta dell’Impero Romano, inesorabilmente seguì quella dell’antica Formia. In piena età medievale nacquero così, all’ombra delle loro torri, i tre borghi: CastelloneMola e Maranola.

Caduta la vicina Gaeta, l’unità d’Italia riporta in vita l’antica Formia: non solo nel nome, che torna a riecheggiare dopo quasi mille anni, ma anche i confini. Mola e Castellone, infatti, tornano ad essere un’unica entità.

Il XX secolo è chiamato anche il secolo delle Grandi Guerre e quasi tutta l’Italia viene rasa al suolo. Formia non fa eccezione. Nel dopoguerra si riparte tra il boom economico degli anni ’60 e personaggi illustri che danno nuova vita alla città. Uno fra tutti: Remigio Paone.